Dentista Bologna  Logo
Servizio Privato di Riabilitazione Orale e Cranio Cervico Mandibolare Via G. Ruggi, 7/D - Bologna
Via G. Garibaldi, 37 - Minerbio (BO)
Untitled
 
  • Homepage
  • Igiene
  • Sensibilità dentinale
  • Carie
  • Terapia canalare
  • Alitosi
  • Gengiviti
  • Protesi
  • Ortodonzia
  • Pedodonzia
  • Chirurgia orale
  • Parodontologia
  • Bruxismo
  • Estetica
  • Russamento
  • Dolori cranio 
cervico mandibolari

IGIENE

Le più comuni malattie della bocca sono causate dalla placca batterica. Questa è una sottile pellicola, invisibile ad occhio nudo, che aderisce ai denti ed a tutte le altre superfici presenti nel cavo orale (lingua, guance, protesi, apparecchi) ed ospita i batteri che provocano carie, gengiviti e parodontiti. Per proteggere a lungo la salute dei denti e delle mucose della bocca occorre pulirli accuratamente e mantenere nel tempo una buona igiene della bocca che spesso può sembrare pulita, pur non essendolo veramente. In particolari condizioni patologiche e/o con stili di vita scorretti la placca si accumula invero molto rapidamente, e si trasforma in tartaro con molta più rapidità del consueto. Se le gengive sanguinano ogni volta che ci laviamo i denti dobbiamo SUBITO richiedere una visita di controllo, perché qualcosa nella nostra igiene orale ci sta sfuggendo di mano.


        

 

 

Come Pulire i denti

 

SpazzolinoLo spazzolino è lo strumento principale per l'igiene quotidiana dei denti. 

Per orientarsi nella vasta scelta disponibile in commercio, occorre tenere presente che lo spazzolino deve essere comodo da impugnare ed avere la testina piccola per raggiungere anche i denti posteriori. Le setole devono essere sintetiche, non troppo dure e con le punte arrotondate, ma soprattutto lo spazzolino deve essere cambiato spesso (almeno ogni due mesi).

E' importante il modo in cui i denti vengono spazzolati: devono essere pulite con la stessa cura tutte le parti del dente, anche quelle più nascoste.

 

Una delle tecniche consigliate è la seguente:

 

Lavare i dentiTenere lo spazzolino inclinato a 45° e spazzolare le parti del dente rivolte verso l'interno con un movimento circolare seguito da uno verticale per allontanare la placca dalle gengiva.

 

 

Lavare i denti

Il movimento orizzontale è meno efficace e deve essere limitato alla superficie masticatoria del dente. Con la punta dello spazzolino, pulire la parte interna dei denti anteriori, superiori ed inferiori.

 

 

Lavare i dentiBisogna spazzolare i denti almeno due volte al giorno (mattino e sera) per una durata minima di due minuti ogni mezza arcata (otto minuti in totale per tutta la bocca). Per completare la pulizia è bene spazzolare delicatamente anche la lingua. Nelle persone con particolari problemi, per esempio anziani o disabili, lo spazzolino tradizionale può essere sostituito dallo spazzolino elettrico (rotante oscillante o sonico, ma è meglio venga deciso dall'odontoiatra).

 

 

Come pulire gli spazi tra i denti

 

Filo interdentale




La bocca non può dirsi pulita se, almeno una volta al giorno, non vengono puliti anche gli spazi tra i denti che sono difficilmente raggiungibili con lo spazzolino. 


Lo strumento principale è il filo interdentale, il cui uso corretto è mostrato nelle figure qui di fianco.

Si estraggono 40 cm circa di filo interdentale e si avvolgono intorno alle dita medie di entrambe le mani.

Si appoggiano gli indici sul filo, lasciando uno/due centimetri di spazio e si fa quindi passare delicatamente il filo fra i denti alzandolo ed abbassandolo.

 

 

 

 

ScovoliniIn casi particolari, per esempio in presenza di apparecchi ortometrici e protesi fisse, può essere molto utile lo spazzolino interdentale (scovolino), che ha la stessa funzione del filo ma con la sua forma a scovolino risulta più efficace quando vi sono tra i denti spazi ampi ma difficilmente raggiungibili.

Il dentifricio, in quantità molto ridotte, è una facilitazione per il suo aroma e per la sensazione di fresco che dona. Tuttavia se lo spazzolamento e il fileggiamento non vengono effettuati correttamente, da solo non è efficace: la freschezza che dà il dentifricio, infatti dura poco se non si è rimossa la placca, e così l'igiene orale.

Per completare la pulizia e la disinfezione della bocca può essere utile effettuare sciacqui con un colluttorio. Anche per questi prodotti la scelta è molto vasta e può essere utile il consiglio del dentista, a seconda della patologia che si intende contrastare.


Inizio pagina

Ultimo aggiornamento: 07 aprile 2012